Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Loading...
2019-08-02T08:20:29+00:00

Progetto scuola primaria parentale – prima classe

Sono passati cento anni da quando Rudolf Steiner fondò personalmente la prima scuola “Waldorf”, presso una fabbrica di Stoccarda, ponendo in quell’occasione le basi concrete di una nuova pedagogia, e, forse oggi più di allora, è sentita la necessità di porre questa vera e propria “arte dell’educazione” a disposizione di quante più persone ne fossero interessate.

Il progetto didattico di scuola parentale primaria, la cui prima classe inizierà l’attività nel settembre del 2019, e che è destinato a svilupparsi nel corso degli otto anni successivi, si ispira appunto alle indicazioni date da Steiner un secolo fa, e di quelle cercherà di fare tesoro per offrire ai bambini che vi parteciperanno le migliori opportunità di crescita possibili rispetto ai tempi ed alle condizioni che stiamo oggi vivendo.

L’attenzione verrà rivolta alla crescita dell’essere umano inteso quale organismo completo, composto da corpo fisico, anima e spirito, evitando indebite intrusioni nel suo sviluppo ed operando piuttosto per “preparare il terreno” a che sia lo stesso essere ad affermare sé stesso, destando dentro di lui quelle forze e quei talenti che gli saranno necessari per orientarsi e per conoscere il mondo.

A partire da quanto accade al bambino nell’età che va dai sette ai quattordici anni circa nel corso del suo naturale sviluppo, la didattica sarà orientata ad un lavoro che non cerca di trasmettere concetti sollecitando in lui un’attività di pensiero cui non è ancora pronto, quanto invece a formare la sua capacità di apprendimento attraverso l’uso di immagini, di esempi, e di una fantasia guidata, in modo tale che sia la sua stessa anima, con le sue forze di sentimento, a svilupparsi come vero e proprio organo di senso.

Gli strumenti di comunicazione saranno allora essenzialmente artistici, essendo proprio l’arte la via privilegiata per educare le anime al giusto uso dei sentimenti, e verrà fatto uso di similitudini, simboli e racconti per approfondire in modo vivo i misteri della natura e della bellezza del mondo che ci circonda.

La giornata scolastica sarà contrassegnata dallo svolgersi di tre argomenti didattici principali: l’educazione al linguaggio, l’educazione all’immagine e la conoscenza dei numeri e del calcolo semplice, che si alterneranno ad occupare la parte centrale della mattinata impegnando i bambini nel vero e proprio “lavoro a tavolino”. Ciascuno di tali argomenti, definiti “epoche”, verrà svolto per un tempo continuativo che va dalle 3 alle 5 settimane, per poi alternarsi, evitando così la frammentazione dell’insegnamento e per favorire la capacità di concentrazione e di approfondimento dei bambini.

Le restanti parti della giornata saranno caratterizzate da una fase iniziale dedicata ad esercizi ritmici, filastrocche, semplici poesie, musica e canto. Poi vi sarà un periodo di pausa occupato da attività ricreative da svolgersi all’aperto, e quindi un periodo di tempo non trascurabile da dedicare all’attività manuale-pratica, che avrà fin dall’inizio un ruolo importante all’interno della didattica.
Vi saranno attività di vario tipo che, a partire da piccoli lavori con lana e maglia arriveranno fino alla realizzazione di oggetti utili all’uso scolastico, che potranno rendere più ricco e “creativo” l’ambiente della scuola e la vita che in essa avrà iniziato a svolgersi.

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative